Area riservata

Nome utente

Password

Modifica i tuoi dati
vai alla tua Area riservata
logout

Sei qui: Home « Vescovo « Stemma e motto episcopale

MOTTO E STEMMA EPISCOPALE

 “In Caritate Spes”

 
La Chiesa Italiana è consapevole che per annunciare il Vangelo in un mondo che cambia deve partire dal discernimento dell’oggi, della sua cultura, delle sue tensioni ideali, delle sue speranze. Chiamata ad essere madre e maestra, ma soprattutto “cuore” della città degli uomini, si pone - come deve essere per missione - quale testimone di speranza, segno credibile e visibile del Risorto.
La speranza appare più che mai necessaria, ma, alla luce dei fatti, potrebbe apparire meta difficile, talora impraticabile e quindi solo utopica. Ma l’utopia deve appartenere alla speranza cristiana e questa deve sapersi opportunamente imporre come pietra d’inciampo ed insieme forza trainante. E’ vero che la speranza non è “del” mondo in quanto - come ricorda Benedetto XVI - “Cristo non è del mondo, come pure i cristiani non devono essere del mondo” (Omelia al Convegno Ecclesiale di Verona), ma è pur vero ed urgente che essa, identificandosi con Cristo Risorto, “è nel mondo e per il mondo” (ivi).
La speranza entra nell’intimo dell’uomo ed attraverso di esso nel mondo perché Cristo “è risorto ed è risorto perché è Dio”.
Il pastore e con lui i cristiani suoi affidatari possono portare speranza perché sono di Cristo e di Dio e lo sono realmente nella misura in cui muoiono con Lui e risorgono con Lui alla vita nuova dell’amore. Anzi l’Amore, accolto e donato, è l’arma vincente contro ogni delusione ed umana sconfitta.
Il motto-programma, pertanto, a cui vorrò ispirare il mio ministero episcopale è In Caritate Spes: solo con l’Amore ci può essere speranza.

Lo Stemma

Vuole visualizzare il programma nel contesto esistenziale personale ed ecclesiale.
La COLOMBA bianca, simbolo dello Spirito Santo, vuole rappresentare lo spazio infinito in cui celebrare ed incarnare l’Amore seme della Speranza.
La STELLA indica la SS. Madre di Dio, faro sicuro del cammino di cristiano, di sacerdote ed ora di vescovo pastore.
Il VANGELO aperto significa la mia adesione all’insegnamento di Cristo e la mia nascita nella fede. La scelta vocazionale sacerdotale qualifica il mio “si” definitivo alla Parola che mi ha cercato, preso e cambiato.
Il color “rosso-porpora” è risonanza del Codex Purpureus di Rossano, dove il mio Sacerdozio ha trovato spazio e motivi per esperimentare la Carità pastorale.
La CAMPANA richiama il mio paese natale, dove si è radicata la mia umanità, presupposto di una presenza incarnata nel mondo “hic et nunc”.
Il tutto inquartato nella CROCE come richiamo permanente sia al vissuto concreto da assumere con “le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono” (GS, n. 1), sia al gesto del dono totale di Cristo, modello necessario per ogni servizio ecclesiale.


VERSO IL SINODO DIOCESANO

Archivio degli appuntamenti
  • Agenda del Vescovo
  • Agenda diocesana
Lettera Pastorale 2016-2017

ULTIME FOTO
VERSO IL SINODO - RELAZIONI FINALI


ULTIMO VIDEO
a cura dell'Ufficio Informatico della Diocesi
Copyright © 2011 Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea

curia@diocesimileto.it