INSTRUMENTUM LABORIS

Una Chiesa lieta di testimoniare il Vangelo
L'acqua viva che zampilla per la vita eterna

Questo Instrumentum laboris, che qui viene consegnato alla Comunità, è frutto in buona parte, dei dati emersi nei dibattiti della zone pastorali periferiche, che si sono interrogate e confrontate sul Questionario La Chiesa che siamo, la Chiesa che vogliamo a partire dall’assemblea diocesana pre-sinodale del 4 febbraio 2017. Su di esso si è espressa la Commissione preparatoria del Sinodo passando per le riflessioni dei Laboratori del Convegno Diocesano celebrato nella Basilica Cattedrale di Mileto il 21-22 settembre sul tema Guardando alla Chiesa che sogniamo.

Ora lo “Strumento di lavoro” è messo nelle nostre mani perché nei prossimi tre anni possiamo vivere, con intensità e con l’aiuto del Signore, la nostra esperienza di una Chiesa “lieta”, che vuole mettersi in gioco con un progetto comune preciso e condiviso, sollecitato soprattutto dall’ascolto intimo e docile della divina Parola, che Dio nostro Padre e Pastore ha voluto rivelarci.

L’Instrumentum è suddiviso metodologicamente in 4 parti, due per ciascuno dei due anni del dibattito sinodale soprattutto zonale. Nel corso dei due anni sono previste 3 assemblee diocesane in giorno di domenica nei mesi di dicembre-febbraio / marzo-giugno per valutare insieme il cammino sinodale in fieri. Per il I anno le date delle Assemblee diocesane sono così stabilite: 10 dicembre 2017 - 25 febbraio 2018 - 10 giugno 2018.
Per un organico e sistematico percorso comune il lavoro sarà così ordinato per ciascun anno.

Allegati:
Instrumentum laboris (pdf)